UN 3223-"Supporre va bene, ma approfondire è meglio"

UN 3223

 
Materia   LIQUIDO AUTOREATTIVO
Numero ONU   3223
Numero di pericolo   40
Etichetta ADR   4.1
Classe ADR   4.1
Codice di classificazione    
Gruppo di imballaggio    
 
Informazioni Gestione Emergenze
MATERIA AUTOREATTIVA

1. Caratteristiche.
  • Pericoloso per la pelle, per gli occhi e per le vie respiratorie
  • Può dar luogo spontaneamente a reazione violenta
  • Facilemnte o spontaneamente incendiabile

2. Pericoli.
  • Il riscaldamento del contenitore(i) provoca aumento della pressione con rischio di scoppio e conseguente esplosione
  • L'esposizione al calore o alla luce, gli urti meccanici o il contatto con altre sostanze chimiche portano a un aumento spontaneo della pressione o all'autoaccensione
  • Sviluppa fumi tossici e irritanti quando il prodotto è esposto al calore o brucia
  • Il vapore può essere invisibile ed è più pesante dell'aria. Si propaga radente al suolo e può entrare nelle fognature e negli scantinati
  • Il calore può distruggere lo stabilizzante. Consultare uno specialista
  • Può prendere nuovamente fuoco dopo che l'incendio è stato estinto

3. Protezione Individuale.
  • Indumento protettivo completo per prodotti chimici
  • Autorespiratore

4. Interventi.
  4.1 Generalità.
  • Tenersi sopravento
  • Non fumare, eliminare le sorgenti di innesco
  • Operare da posizione protetta per ridurre il rischio per il personale. Usare monitori o lance a comando automatico
  • Limitare al massimo il numero degli operatori dei servizi di soccorso nell'area del pericolo

  4.2 Perdite.
  • Fermare le perdite se possibile
  • Contenere le perdite con ogni mezzo disponibile
  • Assorbire il liquido con sabbia o terra o con altro materiale idoneo
  • Se la materia è entrata in un corso d'acqua o in una fogna, informare l'Autorità Competente
  • Ventilare fogne e scantinati se non vi sono rischi per gli operatori dei servizi di soccorso o il pubblico

  4.3 Incendio (con riferimento al carico).
  • Raffreddare il contenitore(i) con acqua
  • Estinguere con acqua nebulizzata (spray)
  • Non usare getti d'acqua per estinguere
  • Usare, se possibile, acqua nebulizzata per abbattere i fumi dell'incendio
  • Evitare scariche di estinguente non necessarie che potrebbero causare inquinamento

5. Primo Soccorso.
  • Se la materia ha colpito gli occhi, lavarli con acqua per almeno 15 minuti e rivolgersi immediatamente a un medico
  • Le persone che sono venute a contatto con la materia o hanno inalato i fumi devono rivolgersi immediatamente a un medico e fornirgli tutte le informazioni disponibili sul prodotto
  • In caso di ustioni, raffreddare immediatamente il più a lungo possibile la pelle contaminata con acqua fredda. Non rimuovere gli indumenti se aderiscono alla pelle
  • Togliere immediatamente gli indumenti contaminati e lavare la pelle contaminata con sapone e molta acqua

6. Precauzioni essenziali per il recupero del prodotto.
  • Non usare equipaggiamenti di recupero standard. Consultare immediatamente un esperto

7. Precauzioni dopo l'intervento.
  7.1 Rimozione degli indumenti.
  • Bagnare con acqua gli indumenti contaminati e i mezzi di protezione delle vie respiratorie prima di rimuovere la maschera facciale e i vestiti
  • Usare indumenti protettivi resistenti alle sostanze chimiche e autorespiratori nelle operazioni di rimozione degli indumenti contaminati indossati dai colleghi di lavoro o nella manipolazione di equipaggiamento contaminato
  • Contenere i rilasci conseguenti alla decontaminazione

  7.2 Bonifica dell'equipaggiamento.
  • Bagnare con acqua prima del trasporto dal luogo dell'incidente
info@labirintoambientale.it