End of Waste-RIFIUTI SPECIALI

End of Waste

 

 

ECONOMIA CIRCOLARE
settori_ambientali






 


Comunicato ECi operatività REcer Registro nazionale delle autorizzazioni al recupero

Si informano le autorità competenti al rilascio delle autorizzazioni e degli esiti delle procedure semplificate per lo svolgimento di operazioni di recupero ai sensi dell’art. 184-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, che a decorrere dalla data del 30 settembre 2021 il REcer è pienamente operativo.
Pertanto, dal 30 settembre 2021, le autorità competenti comunicano al momento del rilascio – mediante il portale Recer – i nuovi provvedimenti autorizzatori emessi, riesaminati e rinnovati, nonché gli esiti delle procedure semplificate avviate per l'inizio delle operazioni di recupero di rifiuti.


Il portale REcer è raggiungibile al seguente indirizzo:
https://scrivaniarecer.monitorpiani.it
A decorrere dalla medesima data, ai sensi dell’art. 7, comma 3, del D.M. 21 aprile 2020, l’ISPRA trasmette al medesimo indirizzo le autorizzazioni raccolte ai sensi dell’art. 184-ter, comma 3-bis, del decreto legislativo n. 152/2006, nonché dell’art. 14-bis, comma 9, della legge 2 novembre 2019 di conversione, con modificazioni, del decreto legge 3 settembre 2019, n. 101.


Vai al
documento originale

FONTE: Ministero della Transizione Ecologica


End of Waste - Regolamenti Europei

  • Rottami di ferro, acciaio e alluminioRegolamento (UE) n. 333/2011 del Consiglio, del 31 marzo 2011 , recante i criteri che determinano quando alcuni tipi di rottami metallici cessano di essere considerati rifiuti ai sensi della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
  • Rottami di vetroRegolamento (UE) n. 1179/2012 della Commissione, del 10 dicembre 2012 , recante i criteri che determinano quando i rottami di vetro cessano di essere considerati rifiuti ai sensi della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
  • Rottami di rameRegolamento (UE) n. 715/2013 della Commissione, del 25 luglio 2013 , recante i criteri che determinano quando i rottami di rame cessano di essere considerati rifiuti ai sensi della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

End of Waste - Regolamenti Italiani

  • Combustibili solidi secondari da rifiuto (CSS): Decreto 14 Febbraio 2013, N. 22 Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di determinate tipologie di combustibili solidi secondari (CSS), ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni.
  • Fresato d’asfalto: Decreto 28 marzo 2018, n. 69 Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. (GU n.139 del 18-6-2018)
  • Prodotti assorbenti: Decreto 15 Maggio 2019, n. 62 Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto da prodotti assorbenti per la persona (PAP), ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
  • Gomma vulcanizzata da pneumatici fuori uso: Decreto 31 Marzo 2020, n. 78 Regolamento recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto della gomma vulcanizzata derivante da pneumatici fuori uso, ai sensi dell'articolo 184-ter del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.
  • Carta e cartone: Decreto 22 settembre 2020 , n. 188  Regolamento recante disciplina della cessazione della qua-lifica di rifiuto da carta e cartone, ai sensi dell’articolo 184 -ter , comma 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

End of Waste - Regolamenti Italiani in programma

  • Pastello di piombo da riciclo di batterie altri rifiuti contenenti piombo;
  • Plastiche miste (recupero meccanico e recupero chimico);
  • Pulper;
  • Inerti da spazzamento stradale;
  • Rifiuti da costruzione e demolizione;
  • Terreni sottoposti a bonifica tramite bio-remediation e soil-washing;
  • Oli alimentari esausti;
  • Vetro sanitario;
  • Fanghi provenienti da rifiuti organici urbani;
  • Vetroresina;
  • Ceneri di altoforno derivanti dalla produzione di ghisa;
  • Scarti di acciaieria.

YouTube Video


 
infolabirintoambientale@gmail.com