Recupero e riciclo dei RAEE-RIFIUTI SPECIALI

Recupero RAEE

La storia racconta che i più grandi progetti per salvare il mondo
sono normali conseguenze di catastrofi annunciate.

Rinnovabili, MiTE: smaltimento dei pannelli fotovoltaici, aggiornate le istruzioni operative

Smaltimento moduli fotovoltaiciRoma, 11 agosto 2022 - È online la nuova versione delle Istruzioni Operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici (https://www.mite.gov.it/pagina/decreti-rifiuti) degli impianti incentivati in Conto Energia. Il nuovo documento, approvato dal Ministero della Transizione Ecologica con Decreto Direttoriale della Direzione Generale Economia Circolare dell’8 agosto 2022 recepisce le direttive della Legge 233/2021 che ha convertito il DL152/2021.

Le principali novità prevedono:
- che il valore della quota trattenuta dal GSE sia per gli impianti domestici (di potenza inferiore ai 10 KW) che per quelli professionali è stabilita in 10 Euro per ogni singolo modulo fotovoltaico a garanzia delle operazioni di smaltimento;
- le nuove tempistiche e le modalità per aderire a un Sistema Collettivo per la gestione e lo smaltimento dei pannelli, come previsto dal D.lgs. 118/2020. Questo anche per consentire l’esercizio dell’opzione agli impianti del IV e V Conto Energia. Tale adesione è garantita mantenendo l’importo pari a 10 Euro per ogni singolo modulo fotovoltaico a garanzia delle operazioni di smaltimento.

In merito a quest’ultimo punto si specifica che è stato aggiornato l’Allegato 8.3 (Dichiarazione di partecipazione a un Sistema Collettivo) con una nuova sezione da compilare. Inoltre, per gli impianti che hanno già versato la garanzia finanziaria presso un Sistema Collettivo è necessario l’eventuale adeguamento delle quote già versate all’importo definito dal GSE (10 €/modulo) e l’invio al GSE dell’Allegato 8.3. (fonte: MITE)

Scarica l'istruzione operativa RAEE


Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Con la parola Raee si intende classificare i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche e lo Smaltimento Raee consiste nella raccolta, nel trasporto e nello smaltimento di questo tipo di rifiuti.

Da un punto di vista legislativo, in Italia il Sistema Raee è regolato dal D. Lgs 14 marzo 2014 n. 49, che recepisce i contenuti della Direttiva 2012/19/UE e dal D. Lgs 152 del 2006, che disciplina la materia dei rifiuti in maniera generale ed organica.

Il D. Lgs. 49/2014 stabilisce l'obbligo per i produttori di AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) di occuparsi delle operazioni di raccolta o ritiro, trasporto e smaltimento dei RAEE domestici e anche dei RAEE professionali e delle misure e procedure per:

  • Prevenire la produzione di RAEE
  • Promuovere la raccolta e il reimpiego dei materiali per ridurre la quantità di materia prima destinata allo smaltimento
  • Migliorare il prodotto per renderlo il più eco-sostenibile possibile
  • Riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche

Nell'ambito dello Smaltimento di Raee un ruolo di fondamentale importanza è svolto proprio dai produttori di Aee, che a monte della filiera devono, secondo la normativa, impegnarsi a produrre apparecchiature a basso impatto ambientale.

Raccolta e smaltimento dei due tipi di Raee

RAEE domestici, ovvero tutte quelle apparecchiature elettriche o elettroniche che sono rifiuto di un nucleo familiare o di un'attività commerciale, industriale o istituzionale che per natura o quantità possa essere assimilata ad un nucleo domestico.

RAEE professionali, rifiuti elettrici ed elettronici prodotti da attività amministrative o da realtà economiche diverse da un nucleo domestico per quantità prodotta.

Inoltre per semplificare la raccolta, la classificazione e lo Smaltimento dei Raee, sono stati stabiliti i seguenti Raggruppamenti:

  • R1 - Apparecchiature Refrigeranti
  • R2 - Grandi Bianchi (Lavatrice, Lavastoviglie)
  • R3 - Tv e Monitor
  • R4 - PED, CE, ICT, Apparecchi Illuminanti ed altro
  • R5 - Sorgenti Luminose

Il Centro di Coordinamento RAEE (CdC RAEE) è costituito dai Sistemi Collettivi istituiti per la gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), in adempimento all'obbligo previsto dal Decreto Legislativo n°49 del 14 marzo 2014 che recepisce nel sistema italiano i principi espressi dal legislatore europeo nella direttiva 2012/19/UE.

Da un punto di vista giuridico il CdC RAEE è un consorzio di natura privata, gestito e governato dai Sistemi Collettivi sotto la supervisione del Comitato di Vigilanza e Controllo.
Al CdC RAEE possono partecipare i Sistemi Individuali di gestione dei RAEE provenienti dai nuclei domestici, nonché i Sistemi Individuali e Collettivi di gestione dei RAEE professionali.


 

 
   
   
 

infolabirintoambientale@gmail.com